Porta sud del gigante, Bédoin copre 6.300 ettari di bosco sul Ventoux, che lo colloca tra i più grandi della Francia. È anche il versante più difficile. Da Saint-Esteve, nessuna possibilità di respirare, ad eccezione di 200 m prima dello Chalet Reynard.

In una vegetazione lussureggiante, Malaucène, residenza estiva dei Papi di Avignone, è la sua Chiesa, le sue chiese romaniche, fontane e lavatoi, la città vecchia e le sue mura. Versante difficile nonostante qualche falsopiano che non piace necessariamente a tutti. Poco prima del Mont Serein c'è un lungo rettilineo di oltre 1 km che sembra non finire più e con una elevata pendenza.

L'attraversamento del Massiccio dei Cedri è la ricompensa per la dura giornata: niente auto, niente pedoni, quiete assoluta. Il ciclista pilota può confrontarsi con la solitudine vedere furtivamente due volte la vetta del gigante.
Iniziare dalla strada a 9 km da Bédoin. Girare a sinistra verso il Massiccio del Cedri (all'inizio della Strada forestale). Sbarra di passaggio interdetto, eccetto per i residenti. Proseguire per 11 km (strada in cattivo stato) per ricongiungersi alla strada di Malaucène a 1,5 km sopra il Mont-Serein. Proseguire fino alla vetta.

Nella terra dei grandi spazi, pedalando su strade strette fiancheggiate da lavanda si scoprono i prodotti locali, il patrimonio di romano, il fascino e l'atmosfera degli altipiani. È il versante meno difficile con partenza da Sault a un'altitudine abbastanza elevata.


Percorsi

Altitudine di partenza
max 760 m - Sault
min 290 m - Bédoin/Strada forestale
Altitudine d'arrivo
1909 m
Lunghezza
max 25.8 km - Sault
min 21.2 km - Malaucène
Dislivello
max 1620 m - Bédoin/Strada forestale
min 1210 m - Sault
Pendenza media
max 7.5 % - Bédoin/Malaucène
min 4.7 % - Sault
Pendenza massima
max 14.0 % - Malaucène
min 12.5 % - Bédoin/Strada forestale/Sault



↑ Top